I sei finalisti

I sei finalisti dell’edizione 2024 del Premio “I fiori blu” nominati dalla giuria tecnica.

Prossimo appuntamento a giovedì 19 settembre per la serata di premiazione.

Saggistica

Narrativa

Vota!

Esprimi e motiva le tue preferenze.

Votazioni aperte fino al 28 luglio 2024.

    Esprimi la tua preferenza:

    Annuncio finalisti
    premio nazionale “I fiori blu”

    Guarda le presentazioni

    Candidati della
    categoria Saggi

    Candidati della
    categoria Narrativa

    Come nasce il premio

    Il Premio Letterario Nazionale “I fiori blu” nasce da un progetto ideato dall’associazione omonima, una associazione di promozione sociale nata nel 2019 grazie alla collaborazione di professionisti operanti nella scuola, nell’università, nell’arte, nel giornalismo, nella ricerca e nel sociale.
    Il nome “I fiori blu” riprende il titolo del libro dell’autore francese Raymond Queneau e mira a evidenziare il profondo significato di una frase in essa contenuto: “Uno strato di fango ricopriva ancora la terra, ma qua e là piccoli fiori blu stavano già sbocciando“. “I fiori blu” rappresentano quanto di buono può fiorire grazie a un contagioso desiderio di rinascita. “I fiori blu” rappresentano il risultato della forza degli ideali positivi che vincono la fanghiglia di delusione, di pianti e inerzia che inzuppa la realtà.

    Premio “I fiori blu” 2023

    L’edizione 2023 del Premio Letterario “I fiori blu” è iniziata con la conferenza stampa di venerdì 3 marzo.
    Quattordici titoli, equamente divisi fra romanzi e saggi, di scrittori e scrittrici, concorrono alla Quarta Edizione del Premio Letterario.

    Presidente e direttrice artistica

    Alessandra Benvenuto

    Giornalista per passione, con un dottorato di ricerca in Diritto e Criminologia, una laurea in Giurisprudenza e una in Lettere, da sempre organizza a Foggia incontri con autrici e autori per promuovere la lettura e trasmettere l’amore per i libri e per le verità nascoste nelle parole. Ha collaborato con Il Fatto Quotidiano, con le redazioni baresi de la Repubblica, de l’Unità e del Corriere della Sera. Ha condotto rubriche e interviste di approfondimento culturale, per emittenti televisive della sua città (“Diciamoci la verità” e “L’Altra campana”). È curatrice del volume “Luigi Sbano e il sogno di ricostruzione” (Fondazione Muf) e coautrice di “Effetto Puglia”, guida cineturistica italiana, per gli editori Laterza. Nel 2019 con un gruppo di trenta amici, professionisti impiegati nella scuola, nel sociale, nei tribunali, nella cultura e nell’arte, fonda l’associazione “I fiori blu”, in seno alla quale nasce il Premio letterario nazionale omonimo, di cui oggi è direttrice artistica e presidente.

    Il Premio raccontato

    L’edizione del 2021 nelle parole di Massimo Recalcati (vincitore 2020), Serena Dandini (vincitrice 2021), Ritanna Armeni (madrina e giurata del Premio) e Paolo Mieli presidente della Giuria Tecnica.